PODISMO: La “Gnarro Jet Mattei” aspetta di ripartire

 

Intervista a Gelsomino Sergi, Presidente Gnarro Jet Mattei

Dopo la scomparsa nel febbraio del 2019 di Luigi Giagnorio, storico presidente della ASD FIDAS Gnarro Jet Mattei, di cui era stato uno dei fondatori, ha preso la guida della Società  Sergi Gelsomino, un incarico non facile nei tempi normali ed ora ancora ancora di più.

 

– Ormai sono passati 10 mesi dall’annullamento della prima gara podistica a causa del Covid-19, si doveva svolgere il 01 marzo proprio a Bologna ed era la prima edizione della nuova Maratona di Bologna, anche noi poco dopo decidemmo di annullare la “Maratonina dei Colli Bolognesi” che ritornava dopo 10 anni dall’ultima edizione e che avremmo organizzato insieme alla Podistica Atletico Bolognese per dare continuità alle edizioni precedenti. Da quel momento si sono chiuse le manifestazioni sportive in generale per lungo tempo fino all’inizio dell’estate, poi c’è stato un timido tentativo per ripartire, grazie a delle linee guide impartite dalle varie federazioni (per noi la Fidal) per poter organizzare gare competitive e far finalmente riprendere l’attività anche se in maniera limitata. Linee guide piuttosto rigide per evitare quanto più è possibile assembramenti, con partenze scaglionate tipo cronometro, iscrizioni online, consegna pettorali tramite posta, divieti di ristoro finale, per le gare superiori a 10 km possibilità di ristori lungo il percorso, niente premiazioni sul posto ed altro. Insomma qualcosa sembrava muoversi per un progressivo ritorno alla normalità delle manifestazioni. 

Partenza del 3° Trofeo Vialarga del 2019

Ha fatto di recente esperienze dirette ?

– Personalmente ho partecipato a due gare (“Marcialonga” in Trentino a settembre e la “Mezza Maratona” di Pisa a ottobre) e collaborato al “Trail dell’Abbazia” a Zola Predosa a settembre proprio per vedere dal vivo l’applicazione delle linee guide, dato che a dicembre avremmo organizzato la quarta edizione del “Trofeo Vialarga”, inserito nel seguitissimo “Fog Trophy”(mini trofeo su 5 gare). E in queste manifestazioni ho notato molta buona volontà da parte sia degli organizzatori che dei partecipanti, facendo ben sperare per il futuro. Ma con l’aumentare dei contagi e soprattutto dei decessi dovuti al Covid-19 si è tornati praticamente al punto di partenza e nuovamente quasi tutte le gare sono state annullate, ad eccezione di pochi eventi considerati di interesse nazionale e con numero ridotto di partecipanti.

Quali programmi può presentare Gnarro Jet Mattei per il 2021 ?

 Noi abbiamo annullato le sei manifestazioni che avremmo dovuto organizzare ( “Maratonina dei Colli Bolognesi” a marzo, “Camminata Moreno” a maggio, “Staffetta del Pioppeto” e la “Camminata della giornata mondiale del donatore di sangue” a giugno, “Memorial Luigi Giagnorio” a settembre e “Trofeo Vialarga” a dicembre), sperando di poter riprendere almeno dalle manifestazioni estive, preferendo non posticiparle ad un’altra data soprattutto per rispetto di altri organizzatori che hanno la data assegnata evitando così un sovraffollamento di manifestazioni che non avrebbe fatto il bene del mondo podistico. Adesso non sappiamo cosa ci riserverà il futuro, mi auguro che con le vaccinazioni che sono appena iniziate si possa rientrare al più presto ad una vita normale in primo luogo, poi si potrà riprendere con le manifestazioni sportive in generale. Al momento dato lo stato di emergenza ancora in atto è molto improbabile una ripresa delle manifestazioni. Penso soprattutto alla presenza di personale sanitario durante la gara (in una manifestazione competitiva è obbligatoria la presenza di almeno un’ambulanza con personale e un medico), giustamente impegnati in situazioni molto più importanti, penso alle autorità locali che difficilmente concederanno autorizzazioni allo svolgimento sia pur rispettando le linee guida, penso ai presidenti di società che organizzano (i veri responsabili delle manifestazioni) che non vorranno correre rischi per eventuali aumenti di contagi. Come atleti per il momento ci dobbiamo accontentare di allenarci senza reali obiettivi, avere la pazienza di aspettare tempi migliori che sono convinto arriveranno presto.

E gli anziani che avevano l’hobby della Camminata ?

– Sono migliaia i “camminatori anziani” che hanno dovuto interrompere i loro ritrovi domenicali. Era un piacere vederli insieme a camminare, a fare due chiacchiere ai ristori. Ed il momento più bello era vederli incitare i giovani, perché le camminate sono state una funzione sociale fondamentale per le persone un po’ più avanti con gli anni e che aspettavano la domenica per ritrovarsi. Spero che questo si verifichi quanto prima e soprattutto mi auguro di rivederli tutti.

Letto 96 volte Ultima modifica il Domenica, 10 Gennaio 2021 12:03