La nebbia non è mai stata così divertente

Si entra nella nebbia. Ma si vede benissimo.

In particolare la bella idea di collaborazione di 5 società, il G.P. Atletica Molinella, il G.P. SSDRL Cinque Cerchi di Mezzolara, il G.P. Isssian di Minerbio, il G.P. ASD ATL. Gnarro Jet Mattei di Bologna, il G.P. Polisportiva Progresso di Castel Maggiore. Tutti insieme per il Fog - nebbia appunto - Trophy, il circuito che comprende le cinque gare organizzate dai rispettivi gruppi, arrivato alla sua seconda edizione. <<Già la prima è stata un successo – dice Nicola Bandiera dell’Isssian – è stata una fase sperimentale, ci siamo inventati regole che non appartengono al podismo>>. Si gioca e partecipa a squadre, 25 quelle iscritte per 250 podisti assicurati nelle cinque corse, anche se c’è tempo fino a domani, la prima tappa, la storica Vallazza di Molinella, arrivata alla sua quarantesima edizione, per segnarsi. E un paio di squadre sarebbero ancora in arrivo. <<Per esempio: devi dare la formazione titolare prima della partenza di ogni corsa, devi mettere la gente in panchina, come nel calcio, devi capire chi è in forma e chi è più adatto a quel tipo di distanza. Essendo un circuito, ci sarà chi andrà forte sugi 10 km e meno sulla 21, o viceversa>>. Altro elemento fondamentale, le donne. <<Chi ne ha di più vince, perché l’assegnazione del punteggio all’interno della categoria maschile e di quella femminile è uguale. Si parte da 100 e si va a scendere, quindi, per una questione di quantità, l’ultima donna prende più punti dell’ultimo uomo>>. Cè voglia di stare e divertirsi insieme. <<Noi speravamo di bissare le 18 partecipanti dell’anno scorso, avevamo preparato 20 dorsali per altrettante formazioni>>. Anche il dorsale fa parte del gioco, perché ti fa capire se puoi avere davanti un rivale su cui fare la corsa. E stare insieme significa dare valore alle corse del territorio. <<Il Fog è nato soprattutto per dare forza a queste gare, creare un trofeo che portasse i podisti a rimanere a Bologna, piuttosto che andare a correre fuori. E il bello è che non ci sono solo squadre di società, ma anche di amici>>. Così ci guadagnano tutti, mentre chi suda per le strade delle competitive insegue la Coppa, sempre la stessa, da sottrarre agli avversari anno dopo anno, come fosse quella del Mondo per il calcio. Medaglie ai primi classificati, agli altri, le prime 5 squadre e i primi 5 atleti di ogni categoria componenti le squadre stesse, premi tecnici con la collaborazione di Sport3k e o in natura. La novità? <<Nell’ultima ultima gara si potrà schierare il fuoriclasse, lo straniero, qualcuno che non abbia già corso il trofeo con altre squadre. Magari un professionista>>. E magari, ancora, tenerlo nascosto fino alla fine. Sperando di pescare il jolly, o solamente per il gusto del bluff. Inseguendo l’unica cosa che conta, divertirsi correndo

Il calendario del Fog Trophy:

4 novembre La Vallazza a Molinella (14 km)

18 novembre Memorial Miccoli a Mezzolara (14 km)

25 novembre Cinque Fossi a Minerbio (10 km)

2 dicembre Camminata GJM in via Larga a Bologna (10,7)

16 dicembre Corrida del Progresso a Castel Maggiore (21 km)

Letto 282 volte Ultima modifica il Martedì, 13 Agosto 2019 11:15