31^ CAMMINATA DEL POSTINO In evidenza

Le impressioni di Deborah Lodi:

E' una bella mattina di sole. Caldo ma non esageratamente afoso. Arrivo a Marzabotto e trovo parcheggio abbastanza facilmente. Pensavo sarebbe stato più difficile, anche visto che, come al solito, non sono proprio in anticipo. Questo però mi fa pensare che forse l'affluenza non sia altissima. Peccato.
Ritiro il pettorale e mi avvio verso la partenza. E' tardi per andare alla deposizione della corona al Sacrario. Il corteo è partito già da tempo.
Alle 8:30 precise il via. Prima però gli organizzatori si raccomandano di portare con noi il bicchierino pieghevole che ci hanno IMG 20220612 080642dato al ritiro del pettorale: ai ristori non ci saranno bicchieri di plastica o carta. Per potersi reidratare sarà necessario usare il suddetto bicchierino.
I primi chilometri sono in piano, si costegpostino1gia il fiume Reno, su una strada sterrata immersa nel verde e nella tranquillità, fino all'altezza di Pian di Venola, dove si imbocca Via Sperticano, una strada asfaltata e aperta al traffico, ma poco frequentata. Si attraversa il fiume e si affronta la breve salita, fino ad arrivare, appunto, a Sperticano.
Qui il ristoro con acqua. La camminata di 18 km prosegue e sale su a Monte Sole. L'alternativa di 10 km invece torna indietro.
Un po' a malincuore opto per l'alternativa e torno indietro. Il percorso da 18 km sarebbe stato stupendo, lo so, però camminando mi sarebbe servito decisamente troppo tempo.
Il percorso al ritorno ricalca quello dell'andata. Per variare un po', siccome all'andata eravamo stati sulla strada sterrata, al ritorno vado per la ciclabile che costeggia la strada sterrata. Non so se questa soluzione era negli intenti degli organizzatori, al ritorno non c'erano frecce che indicavano la direzione da prendere.
Arrivo al traguardo e noto con piacere che al ristoro, oltre all'acqua, ci sono i plum cake! Quando c'è qualcosa da mangiare sono sempre felice. Premio di partecipazione: uno zainetto in tela.
E' stato un peccato non aver fatto il percorso lungo, sono sicura che avrebbe meritato tanto, ma per i camminatori i tempi sono veramente troppo stretti.
Buona l'idea del bicchierino pieghevole in modo da evitare una gran quantità di rifiuti. Conosco bene quei bicchierini, ce l'avevano i miei nonni quando ero bambina, e sono comodi, però bisogna avere l'accortezza di aprirli molto bene, cercando di incastrare al meglio i cerchi che lo compongono, altrimenti può capitare che mentre si beve il bicchiere all'improvviso si richiude su se stesso e si finisce per fare la doccia. Sconsigliato perciò l'uso con caffè, tè o altre bevande potenzialmente macchianti.
Alla prossima.
Letto 80 volte Ultima modifica il Lunedì, 27 Giugno 2022 21:02